6 marzo 2020

Artigianato floreale e la tecnica del fiorista

Quando inizio a trattare un argomento come questa settimana con l’Artigianato floreale, più precisamente con le tecniche che ci sono alla base, mi piace sempre guardare al passato e cercare di capire il termine in sé.

La parola tecnologia deriva dal greco TECHNIKOS ed è derivata da TECHNE, che significa qualcosa come arte, artigianato e manualità. Descrive una forma di azione e conoscenza che può essere trasferita a qualsiasi settore dell’attività umana. Ciò che ho trovato interessante nella mia ricerca è che il termine tecnologia è anche associato al principio umano di dominare la terra.
Con la tecnologia si riassume in un termine un’abilità speciale in qualsiasi settore dell’attività umana… Ciò include tecniche fisiche come il salto in lungo, tecniche mentali come l’aritmetica a mente o tecniche sociali come la gestione e managment di una azienda.

Cosa comprendono i fioristi per tecnica?
Per noi fioristi, la nostra tecnica è una delle colonne più elementari su cui si basano le nostre arti e i nostri mestieri. Alla fine si tratta di poter unire e comporre con i fiori sempre altro in un modo nuovo, per essere in grado di rispondere a una vasta gamma di esigenze o richieste dei clienti.

La tecnica floreale è lo strumento con cui il fiorista collega e compone fiori per creare un prodotto floreale in un modo più o meno artistico, come un bouquet legato alla nascita di un bambino, una composizione floreale per l’altare di una festa di nozze, una corona dell’avvento per aspettare insieme il Natale. Il cliente ha vari requisiti tecnici per questi prodotti floreali:

  • che i prodotti siano stabili e possano essere trasportati
  • che i fiori durino il più a lungo possibile
  • di non ferirsi o di sporcarsi

Il modo in cui il fiorista risolve il lato tecnico di solito non interessa al cliente, ed è alla fin fine una sorta di segreto del mestiere.

Tecniche floreali nel tempo
Personalmente trovo molto bello che tradizione e innovazione si stringano la mano nella floristica. Ciò influisce sul design come anche sulla tecnica. Le tecniche floreali sono cambiate nel corso degli anni.
Quando mia madre iniziò a lavorare come fiorista alla fine degli anni ’70, non esisteva una pistola a colla calda. Le mattonelle di spugna per i fiori recisi erano appena arrivate sul mercato, i fiori secchi erano attaccati con argilla o successivamente con una specie di pongo. Le composizioni per i Santi con i rami di Sempreverde come l’Abete, le conifere ecc. e tutti i materiali legnosi venivano infilati nei vasi, che a loro volta erano semplicemente riempiti con la terra/argilla pressata.

Soprattutto le scuole superiori dei fioristi, ma anche tanti Maestri come Gregor Lersch, Peter Assmann, Nicole von Bolezky, hanno contribuito in modo importante allo sviluppo delle nuove tecniche. Queste nuove tecniche regalano in più nuove ottiche di design con le quali il fiorista può sorprendere sempre i suoi clienti.
Nella floristica commerciale i metodi principali sono legare, infilare nella spugna e attaccare con una pistola di colla a caldo.

Tutti gli altri fioristi, quelli che amano veramente l’artigianato floreale, sperimentano l’integrazione di nuove tecniche come proprio piacere creativo e arricchimento. Le tecniche di rilegatura, infilartura, incollaggio dei materiali naturali sono integrate dall’intreccio, tessitura, avvolgimento, torcitore, sospensione, foratura, intonacatura, cucito e molto altro.

Il mestiere floreale
Conoscere e padroneggiare le tecniche sono due cose diverse. Una cosa è lo studio, l’altra è la manualità di un esperto. Ciò richiede pratica, pratica, pratica, ma anche disciplina e perseveranza! Solo coloro che sono disposti a “pagare questo prezzo” saranno in futuro tra i migliori e si guadagneranno il titolo di ESPERTO per fare la differenza come fioristi.

Che cosa hanno a che fare le tecniche con il marketing?
La scelta della tecnica “giusta” rende efficace il professionista. Con essa il fiorista può risparmiare tempo e denaro e dimostrare il suo status di esperto.

Ecco perché è così importante non solo conoscere le tecniche contemporanee, ma è importante anche padroneggiarle e soprattutto applicarle.

Tecnica ed Formazione
Questo è ciò a cui attribuisco il massimo valore durante il nostro Percorso Formativo Fiorista. Insieme a tutti gli studenti cerchiamo sempre di migliorare le tecniche!!! Il fatto che insegniamo sempre le tecniche più recenti è perché noi, come scuola, continuiamo a aggiornare noi stessi. Non esiste un vero e proprio riposo professionale, le cose cambiano troppo rapidamente nel mondo di oggi. Non voglio diffondere stress con questa affermazione, perché per ogni fiorista è importante un equilibrio tra lavoro e vita. Ma è la giusta Combinazione che conduce il fiorista a un rilassato Benessere Economico.

Responsabilità
Alla fine vorrei sottolineare la responsabilità del Fiorista da un punto di vista tecnico. Come accennato sopra, le tecniche hanno continuato ad evolversi negli ultimi decenni. Molte più cose sono diventate possibili in termini di design con i fiori grazie alla giusta tecnica. Ora siamo nel 2020. Oggi la nostra società deve affrontare importanti sfide ambientali. Cambiamenti climatici, scarsità di risorse, un mare di plastica – per citarne solo alcuni, quelli molto importanti. La floristica ha accompagnato la società in tutti i suoi cambiamenti nella storia umana. Rifletteva i pensieri delle persone, quello che gli provocava emozioni nella rispettiva epoca. Voglio dire che anche noi fioristi condividiamo la grande responsabilità del nostro tempo. In termini di tecnologia, ciò significa sostenibilità. Vorrei incoraggiare tutti noi a lavorare insieme per non stancarci di sviluppare nuove tecnologie sostenibili o di riscoprire e utilizzare quelle vecchie, ma soprattutto di limitare sempre più le tecniche dannose per l’ambiente o di ometterle del tutto e sostituirle con alternative. Facciamolo insieme, sarà più facile e soddisfacente.

Nessun commento, commenta per primo!


Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *