MINDSET: Come affrontare personalmente e professionalmente momenti di grande stress

25 marzo 2020

MINDSET: Come affrontare personalmente e professionalmente momenti di grande stress.

Questa settimana ho scelto un tema di MINDSET. Ho fatto un sondaggio nel mio Gruppo Facebook. L’ 80% dei Fioristi era interessato al tema e  il 20% non sapeva di che cosa si trattasse. Alla fine è una cosa molto semplice. Mindset tradotto in italiano significa “Mentalità”, il tuo modo di pesare.

Che cosa centra questo tema con il nostro Marketing autentico? Ho bisogno di dedicarmi alla mia mentalità per fare la fiorista? Se vuoi essere una Fiorista di successo, se vuoi fare la differenza in futuro, allora ti rispondo: “Secondo me SI!!

Perchè?”
Grandi Aziende, Manager, Atleti di fama cercano di essere più efficaci possibili perché il loro chiaro obbiettivo è il Successo! Spesso hanno persone che si dedicano al loro Mindset non solo  per un successo professionale….. ma per vivere anche la loro vita privata con più serenità e con rapporti stabili.

Per questo non  può mancare nel nostro Marketing autentico!
La partenza è il commitment, quello di prenderti il 100 x 100 della responsabilità per la tua vita. Anche per i tuoi pensieri. Il tuo benessere comincia proprio da qui!!!
Abbandona il pensiero che sei la vittima della situazione, della tua famiglia, dei tuoi clienti. Finiscila di dare  sempre la colpa agli altri perché è più comodo, invece inizia ad alzarti dal divano e fai  i sacrifici che ci vogliono per avere successo.

Sono stata troppo diretta? Magari si,  però usare solo parole dolci non ti porteranno avanti. Devi decidere tu che cosa vuoi, per poi trovare la strategia per raggiungerlo.  Alla fine suona semplice vero? Però ti posso garantire che  non lo è. Nessuno ha la bacchetta magica per farti cambiare il tuo Mindset, quell’abitudine  di pensare per anni in una certa maniera ti ha portato lì, dove sei in questo momento. Guardati intorno!!! Guarda la vita che fai! È il risultato del tuo Mindset! Sei contenta della tua situazione professionale, personale, famigliare, salutare?…..Complimenti!!! Allora sei sulla strada giusta!
Non lo sei? Allora è forse arrivato il momento di cambiare qualcosa …. comincia  con il tuo MINDSET, con i tuoi pensieri.!!!

Come fare? Comincia ad osservare  i tuoi pensieri!
Non sai come… è molto semplice. Deve essere la tua INTENZIONE;) Alzati al mattino con l’idea di voler proprio capire come pensi!!!

Ricordati! Lo fai per te!! Non per me;) Tu sei una persona libera con grandi potenzialità, di quello ne sono convinta! Allora chiediti di nuovo (anche se rischio di annoiarti !) Qual è la tua Intenzione? Professionalmente e Personalmente? Chi vuoi essere? Sei tu la persona che vuoi essere? In caso affermativo, congratulazione, probabilmente ti sentirai confermata con il mio testo. In caso  contrario…. chiediti, perché non sei la persona che vorresti essere? E’ perché non fai la vita che vorresti fare? Che risposte ti dai?

Prendiamo un esempio in fioreria. Situazione: la cliente ti chiama e ordina un mazzo per la sua amica. Tu le chiedi parecchie cose per raccogliere tutte le informazione di cui hai bisogno, per poter soddisfare la richiesta della cliente. La cliente arriva e non è contenta. Quali sono i tuoi pensieri?

  1. “Ma cavolo, poteva anche dirmelo subito, che non le piacciono i tulipani”…
    (pensiero distruttivo!!! dai la colpa subito al cliente, e non rifletti se forse hai “sbagliato” o dimenticato tu qualcosa, o che  è semplicemente una cosa che può succedere!)
  2. “Oh no, sono veramente incapace, non sono fare la fiorista, adesso mollo tutto”
    (pensiero distruttivo contro di te!! Dai la colpa solo a te senza analizzare la situazione e senza prendere in considerazione, che  è semplicemente una cosa che può succedere!)
  3. Oppure chiedi alla cliente, se può dirti che cosa non le piace! Probabilmente vi siete capite male.
    Metti il focus sulla soluzione. Non te la prendi personalmente. La maggior parte dei cliente risponde ad comportamento da parte tua positivo. In caso contrario, cerca quando la cliente è andata via, di  analizzare nel modo più neutro possibile la situazione e cerca di imparare per la prossima volta.

Hai  più pensieri positivi, allegri e costruttivi , che ti portano nella direzione di dove vuoi andare? Oppure hai soprattutto  pensieri negativi, pieni di paura, distruttivi? Sai che la tua energia segue i tuoi pensieri e dai pensieri si sviluppano  azioni e azioni che provocano reazioni … positive o negative …è un ciclo.

Io come Coach e Insegnante, credo nella libertà di ognuno e nella potenza di ognuno. Tutti siamo diversi e capaci, se siamo disposti ad un percorso di studio vitale e professionale , che secondo me non finirà mai. Possiamo cambiare il mondo, quando ci rendiamo conto di questo processo.
Allora siamo di nuovo lì… Qual è la tua Intenzione? Che persona, che tipo di professionista vuoi essere? Di che cosa hai bisogno per raggiungere il tuo obbiettivo, hai il MINDSET giusto che ti aiuta a raggiungere i tuoi obbiettivi? Se la risposta è no, prova a cambiarlo. Lo so che non è facile. Se non riesci da sola, cerca un aiuto.

Io vedo il successo di questo processo in aula. Tutti quelli che hanno fatto il nostro percorso  Starter Artigiano Floreale, lo possono confermare, nessuno di loro è rimasto la persona che era prima. Il lavorare intensamente sulla propria intenzione, cambia la vita e la propria  professionalità. Il nostro Focus è chiaramente sulla Soluzione e qui non ci stanchiamo mai di cercarla!!!

Non e facile, lo so, però con impegno, studio e resistenza lo diventa sempre di più. All’inizio è importante per me in aula , che ognuno si concentri sul suo percorso, sul proprio obbiettivo, sulla propria Intenzione. Per lo studio non abbiamo bisogno di  competizione, non dobbiamo confrontarci con gli altri, abbiamo invece bisogno dal Gruppo la conferma ed il sostegno, per trovare la sicurezza: “Ce la posso fare!!!!!

Alla fine ancora alcuni consigli:

Prova ad analizzare con che cosa nutri i tuoi pensieri

  • Che libri leggi,
  • Che programma televisivi guardi,
  • Che persone

Tutto questo è Mindset: La consapevolezza, che hai tutto nelle tue mani! Come ti senti, Chi sei e Che cosa pensi, e Che vita fai!!

Cosa faccio io:

  • Io ho cercato un simbolo nella mia vita, che mi aiuta a ricordarmi nella mia quotidianità, a che cosa voglio pensare. Per me è la mia tazza di acqua calda;) Che cosa potrebbe essere il tuo simbolo, magari un anello, una cartolina ecc.
  • Provo a fare più spesso Yoga. Almeno 3 volte alla settimana. Il mio insegnate dice: “Farlo soprattutto quando si pensa di non avere tempo;).
  • Leggo libri che mi ispirano.
  • Qui ancora alcuni libri che ti consiglio:
    Migliorare l’autostima Marcello Borelli
    Le parole sono finestre Marshall Rosenberg
    Mindset successo Carol Covey

Adesso ti auguro, buon divertimento con il tuo MINDSET;)

Artigianato floreale e la tecnica del fiorista

6 marzo 2020

Artigianato floreale e la tecnica del fiorista

Quando inizio a trattare un argomento come questa settimana con l’Artigianato floreale, più precisamente con le tecniche che ci sono alla base, mi piace sempre guardare al passato e cercare di capire il termine in sé.

La parola tecnologia deriva dal greco TECHNIKOS ed è derivata da TECHNE, che significa qualcosa come arte, artigianato e manualità. Descrive una forma di azione e conoscenza che può essere trasferita a qualsiasi settore dell’attività umana. Ciò che ho trovato interessante nella mia ricerca è che il termine tecnologia è anche associato al principio umano di dominare la terra.
Con la tecnologia si riassume in un termine un’abilità speciale in qualsiasi settore dell’attività umana… Ciò include tecniche fisiche come il salto in lungo, tecniche mentali come l’aritmetica a mente o tecniche sociali come la gestione e managment di una azienda.

Cosa comprendono i fioristi per tecnica?
Per noi fioristi, la nostra tecnica è una delle colonne più elementari su cui si basano le nostre arti e i nostri mestieri. Alla fine si tratta di poter unire e comporre con i fiori sempre altro in un modo nuovo, per essere in grado di rispondere a una vasta gamma di esigenze o richieste dei clienti.

La tecnica floreale è lo strumento con cui il fiorista collega e compone fiori per creare un prodotto floreale in un modo più o meno artistico, come un bouquet legato alla nascita di un bambino, una composizione floreale per l’altare di una festa di nozze, una corona dell’avvento per aspettare insieme il Natale. Il cliente ha vari requisiti tecnici per questi prodotti floreali:

  • che i prodotti siano stabili e possano essere trasportati
  • che i fiori durino il più a lungo possibile
  • di non ferirsi o di sporcarsi

Il modo in cui il fiorista risolve il lato tecnico di solito non interessa al cliente, ed è alla fin fine una sorta di segreto del mestiere.

Tecniche floreali nel tempo
Personalmente trovo molto bello che tradizione e innovazione si stringano la mano nella floristica. Ciò influisce sul design come anche sulla tecnica. Le tecniche floreali sono cambiate nel corso degli anni.
Quando mia madre iniziò a lavorare come fiorista alla fine degli anni ’70, non esisteva una pistola a colla calda. Le mattonelle di spugna per i fiori recisi erano appena arrivate sul mercato, i fiori secchi erano attaccati con argilla o successivamente con una specie di pongo. Le composizioni per i Santi con i rami di Sempreverde come l’Abete, le conifere ecc. e tutti i materiali legnosi venivano infilati nei vasi, che a loro volta erano semplicemente riempiti con la terra/argilla pressata.

Soprattutto le scuole superiori dei fioristi, ma anche tanti Maestri come Gregor Lersch, Peter Assmann, Nicole von Bolezky, hanno contribuito in modo importante allo sviluppo delle nuove tecniche. Queste nuove tecniche regalano in più nuove ottiche di design con le quali il fiorista può sorprendere sempre i suoi clienti.
Nella floristica commerciale i metodi principali sono legare, infilare nella spugna e attaccare con una pistola di colla a caldo.

Tutti gli altri fioristi, quelli che amano veramente l’artigianato floreale, sperimentano l’integrazione di nuove tecniche come proprio piacere creativo e arricchimento. Le tecniche di rilegatura, infilartura, incollaggio dei materiali naturali sono integrate dall’intreccio, tessitura, avvolgimento, torcitore, sospensione, foratura, intonacatura, cucito e molto altro.

Il mestiere floreale
Conoscere e padroneggiare le tecniche sono due cose diverse. Una cosa è lo studio, l’altra è la manualità di un esperto. Ciò richiede pratica, pratica, pratica, ma anche disciplina e perseveranza! Solo coloro che sono disposti a “pagare questo prezzo” saranno in futuro tra i migliori e si guadagneranno il titolo di ESPERTO per fare la differenza come fioristi.

Che cosa hanno a che fare le tecniche con il marketing?
La scelta della tecnica “giusta” rende efficace il professionista. Con essa il fiorista può risparmiare tempo e denaro e dimostrare il suo status di esperto.

Ecco perché è così importante non solo conoscere le tecniche contemporanee, ma è importante anche padroneggiarle e soprattutto applicarle.

Tecnica ed Formazione
Questo è ciò a cui attribuisco il massimo valore durante il nostro Percorso Formativo Fiorista. Insieme a tutti gli studenti cerchiamo sempre di migliorare le tecniche!!! Il fatto che insegniamo sempre le tecniche più recenti è perché noi, come scuola, continuiamo a aggiornare noi stessi. Non esiste un vero e proprio riposo professionale, le cose cambiano troppo rapidamente nel mondo di oggi. Non voglio diffondere stress con questa affermazione, perché per ogni fiorista è importante un equilibrio tra lavoro e vita. Ma è la giusta Combinazione che conduce il fiorista a un rilassato Benessere Economico.

Responsabilità
Alla fine vorrei sottolineare la responsabilità del Fiorista da un punto di vista tecnico. Come accennato sopra, le tecniche hanno continuato ad evolversi negli ultimi decenni. Molte più cose sono diventate possibili in termini di design con i fiori grazie alla giusta tecnica. Ora siamo nel 2020. Oggi la nostra società deve affrontare importanti sfide ambientali. Cambiamenti climatici, scarsità di risorse, un mare di plastica – per citarne solo alcuni, quelli molto importanti. La floristica ha accompagnato la società in tutti i suoi cambiamenti nella storia umana. Rifletteva i pensieri delle persone, quello che gli provocava emozioni nella rispettiva epoca. Voglio dire che anche noi fioristi condividiamo la grande responsabilità del nostro tempo. In termini di tecnologia, ciò significa sostenibilità. Vorrei incoraggiare tutti noi a lavorare insieme per non stancarci di sviluppare nuove tecnologie sostenibili o di riscoprire e utilizzare quelle vecchie, ma soprattutto di limitare sempre più le tecniche dannose per l’ambiente o di ometterle del tutto e sostituirle con alternative. Facciamolo insieme, sarà più facile e soddisfacente.